Articles

Che cosè una mela?

Migliore risposta

Informazioni botaniche

Fiori, frutti e foglie del melo ( Malus pumila )

La mela è un albero deciduo , generalmente alto da 1,8 a 4,6 m (da 6 a 15 piedi) in coltivazione e fino a 39 piedi (12 m) allo stato brado.

Quando coltivato, la dimensione, la forma e la densità dei rami sono determinati dal metodo di selezione e cimatura del portainnesto . Le foglie sono disposte alternativamente semplici ovali di colore verde scuro con margini seghettati e parte inferiore leggermente lanuginosa .

I fiori si producono in primavera contemporaneamente al germogliamento delle foglie, e si producono su speroni e alcuni lunghi germogli. I fiori da 3 a 4 cm (da 1,2 a 1,6 pollici) sono bianchi con una sfumatura rosa che sfuma gradualmente, cinque petalo , con un infiorescenza costituita da un cyme con 4-6 fiori. Il fiore centrale dellinfiorescenza è chiamato “fiore del re”; si apre per primo e può sviluppare un frutto più grande.

Il frutto matura a fine estate o in autunno e ne esistono varietà con unampia gamma di calibri. I coltivatori commerciali mirano a produrre una mela con un diametro da 7,0 a 8,3 cm (da 2,75 a 3,25 pollici), a causa delle preferenze del mercato. Alcuni consumatori, in particolare quelli giapponesi, preferiscono una mela più grande, mentre le mele inferiori a 5,7 cm (2,25 pollici) sono generalmente utilizzate per produrre succhi e hanno poco valore di mercato fresco. La buccia delle mele mature è generalmente rossa, gialla, verde, rosa o rugginosa anche se si possono trovare molte varietà bicolore o tricolore.

La buccia può anche essere interamente o parzialmente rugginosa, cioè ruvida e marrone . La pelle è ricoperta da uno strato protettivo di cera epicuticolare ,

La polpa è generalmente bianco-giallastra pallida, mentre la polpa è rosa o gialla noto anche.

Antenati selvaggi

Articolo principale: Malus sieversii

Il antenato selvatico originale di Malus pumila era Malus sieversii , trovato allo stato brado sulle montagne dellAsia centrale nel Kazakistan meridionale, Kirghizistan, Tagikistan e Xinjiang , Cina.

Coltivazione della specie, molto probabilmente inizia sui fianchi boscosi delle montagne del Tian Shan , è progredito per un lungo periodo di tempo e ha consentito l introgressione secondaria di geni di altre specie nei semi a impollinazione libera. Un significativo scambio con Malus sylvestris , il crabapple, ha portato le attuali popolazioni di mele a essere più correlate a crabapples che al progenitore più morfologicamente simile Malus sieversii . Nei ceppi senza mescolanze recenti predomina il contributo di questi ultimi.

Genoma

Nel 2010, un il consorzio ha annunciato di aver sequenziato il genoma completo della mela in collaborazione con genomicisti orticoli presso la Washington State University , utilizzando la varietà Golden delicious .

Aveva circa 57.000 geni, il numero più alto di qualsiasi genoma vegetale studiato fino ad oggi e altro ancora geni rispetto al genoma umano (circa 30.000).

Questa nuova comprensione del genoma della mela aiuterà gli scienziati a identificare i geni e le varianti geniche che contribuiscono alla resistenza alle malattie e alla siccità e altre caratteristiche desiderabili. La comprensione dei geni alla base di queste caratteristiche consentirà agli scienziati di eseguire un allevamento selettivo più informato. La sequenza del genoma ha anche fornito la prova che Malus sieversii era lantenato selvatico della mela domestica, una questione che era stata a lungo dibattuta nella comunità scientifica.

Storia

Mela Malus sieversii selvaggia in Kazakistan

Il centro di diversità del genere Malus si trova nella parte orientale lattuale Turchia . Il melo è stato forse il primo albero ad essere coltivato ei suoi frutti sono stati migliorati attraverso la selezione nel corso di migliaia di anni. Alessandro Magno è accreditato di aver trovato mele nane in Kazakistan nel 328 aC ;

quelli che ha riportato in Macedonia potrebbero essere stati i progenitori di ceppi di radici nani.Le mele invernali, raccolte nel tardo autunno e conservate appena sopra lo zero, sono state un alimento importante in Asia e in Europa per millenni.

Le mele furono introdotte in Nord America dai coloni nel XVII secolo e il primo meleto nel continente nordamericano fu piantato a Boston dal reverendo William Blaxton nel 1625.

Le uniche mele originarie del Nord America sono le mele granchio , che un tempo venivano chiamate “mele comuni”.

Varietà di mele portati come seme dallEuropa furono sparsi lungo le rotte commerciali dei nativi americani, oltre ad essere coltivati ​​nelle fattorie coloniali. Un catalogo di vivai di mele degli Stati Uniti del 1845 ha venduto 350 delle “migliori” varietà, mostrando la proliferazione di nuove varietà nordamericane allinizio del XIX secolo.

Nel XX secolo, progetti di irrigazione in Washington orientale ha avuto inizio e ha permesso lo sviluppo dellindustria della frutta multimiliardaria, di cui la mela è il prodotto di punta. Fino al XX secolo, durante linverno gli agricoltori conservavano le mele in cantine resistenti al gelo per uso personale o per la vendita. Il miglioramento del trasporto di mele fresche su treno e strada ha sostituito la necessità di immagazzinamento.

Nel 21 ° secolo, lo stoccaggio a lungo termine è tornato alla popolarità, poiché le strutture ad “atmosfera controllata” sono state utilizzate per mantenere le mele fresche lanno. il giro. Le strutture in atmosfera controllata utilizzano livelli di umidità elevata, ossigeno basso e anidride carbonica controllati per mantenere la freschezza della frutta.

HANNO BUONA SALUTE … !!!

Ulteriori informazioni su: Apple – Wikipedia

Risposta

Una mela è il nome di persone che parlano inglese per qualcosa che riflette la luce nei nostri occhi (chiamato anche oggetto). Questo oggetto può variare in molti modi, ma la maggior parte di noi descriverebbe la forma simile a una palla da tennis (che è rotonda) (non entrerò nei dettagli ora di cosa si tratta – chiedi a tua madre). Il colore a cui la maggior parte delle persone pensa, se pensa a una mela, è il rosso. Ma non tutte le mele sono rosse. La maggior parte degli oggetti può essere classificata in gruppi. Ci sono gruppi che la maggior parte di noi riempirebbe con gli stessi oggetti (gruppi generali). Ad esempio, la maggior parte degli uomini (e delle donne) sarebbe daccordo sul fatto che loggetto “mela” entrerebbe nel gruppo “frutti”. Ma ho anche una categoria personale (in questo testo “categoria” è un sinonimo di gruppo – quindi puoi scambiare queste due parole) chiamata “oggetti che mi piace mangiare” che potrebbero dover fare altre persone. Ma non tutti riempiranno questo oggetto con le stesse cose. Metterei una mela nel gruppo personale menzionato in precedenza.

Spero che tu abbia unimmagine migliore di una mela. Se vuoi imparare a riconoscere le mele, ti suggerisco di cercare su Google immagini con la parola chiave “mela”.

Ecco unimmagine di esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *